Archivio per l'etichetta ‘Infedeltà

Estate: voglia di sentirsi “liberi”?   10 comments

*****

*****

Tradire si o no: l’estate la stagione più a rischio. La conferma da uno studio

di Nicole Persico

L’estate è il periodo del tempo libero, dello svago, delle vacanze e del divertimento. Con il caldo ci si scopre di più, si ha più tempo per curarsi e si presta più attenzione all’abbigliamento. E così la visione di corpi scoperti stimola il desiderio e, nello stesso tempo, essendo più osservati, ci si sente anche più desiderati. Insomma si! Si tradisce di più, non è una leggenda. A confermarlo uno studio dell’Istituto di Evoluzione Sessuale di Milano, l’IES, Istituto di Evoluzione Sessuale. Il sondaggio online, che si è svolto su un campione di 3000 persone tra uomini e donne compresi tra i 18 e i 50 anni, dimostra che il tradimento estivo è una certezza. Le scappatelle di mezza estate infatti sono frequenti per 4 persone su 5.

Ma perchè?

LA STAGIONE Il 52% degli uomini e il 33% delle donne pensa che si tratti semplicemente di una sorta di incantesimo erotico tipico della stagione calda. Sotto il sole ci si sente più disinibiti e sensibili al fascino di potenziali partner. Per il 33% degli uomini la visione di corpi semi nudi invoglia a tradire, sia in spiaggia che in città, mentre il 40% delle donne cede solo se l’incontro le fa sentire speciali e davvero desiderate. “Gli uomini sono esseri ‘visivi’, hanno bisogno di stimoli concreti e definiti. Le donne preferiscono essere corteggiate e sedotte” spiega  Alberto Caputo, Direttore Scientifico dello IES, sottolineando come il dato confermi una regola biologica.

LONTANANZA – Una delle giustificazioni che spinge al tradimento estivo il 65% degli interpellati è la lontananza dal partner. In vacanza o in città, quando si è da soli, si approfitta della situazione per farsi consolare o trovare nuova compagnia. La solitudine non piace a nessuno! Ma c’è anche un 33% degli intervistati che afferma di tradire comunque. Veri e propri recidivi di cui 3 su 5 sono donne!

CRISI – Solo il 30% degli uomini e il 48% delle donne, pensa che la ragione più naturale che spinge a una scappatella sia un momento di crisi della coppia. Continue incomprensioni e litigi portano inevitabilmente a un allontanamento, facendo aumentare la voglia di trovare qualcuno che possa capirci e ci faccia svagare.

E con chi si tradisce?

OGGETTO DEL DESIDERIO – In ribasso fra le donne la figura del bagnino che attrae solo il 2% delle intervistate. Al 3% gli istruttori di surf. A resistere comunque, sempre inossidabile, il grande classico dell’animatore turistico. Così come gli uomini continuano a essere attratti dalla figura della bella vacanziera solitaria. E per fare nuovi incontri? Le donne puntano sul viaggio, gli uomini sui locali notturni. Se sono da soli in città poi, non disdegnano le colleghe, e la casa libera facilita il tutto.

SCAPPATELLE O NUOVI AMORI? –  Per il 36% degli interpellati le avventure estive rimangono tali, anche se un 25% proseguirebbe la relazione con il nuovo amante anche dopo la vacanza. Il 20% delle donne, contro l’11% degli uomini, infine è convinto che la scappatella si possa trasformare in storia d’amore.

TRADIMENTI VERI? – Anche se solo avventure estive per il 64% degli intervistati si tratta comunque di tradimenti veri e propri. Per il 24% invece si possono considerare tali solo se la frequentazione prosegue anche dopo le vacanze. Infine per i veri impenitenti, il 15% degli uomini e il 9% delle donne,  le scappatelle da giugno a settembre non hanno alcun significato nella coppia, si tratta solo di evasione…Sicuri che anche il partner la pensi così?

NEGARE SEMPRE – È la strategia adottata dal 74% degli interpellati quando scoperti. Più propense a confessare la scappatella le donne (il 20%), ma solo se lo ammette anche il partner, mentre solo il 10% degli uomini lo farebbe.

Tutti pronti a tradire insomma ma quando si tratta di perdonare? È difficile per tutti: è disposto a farlo soltanto il 15% degli uomini e il 10% delle donne.

dal Settimanale Oggi
15 luglio 2015

*****