Archivio per l'etichetta ‘Diario

Vivere! è un ricordo senza tempo …   30 comments

***

***

Vivere

Vasco Rossi

Vivere
È passato tanto tempo
Vivere
È un ricordo senza tempo
Vivere
È un po’ come perder tempo
Vivere e sorridere

Vivere
È passato tanto tempo
Vivere
È un ricordo senza tempo
Vivere!
È un po’ come perder tempo
Vivere e sorridere dei guai
Così come non hai fatto mai
E poi pensare che domani sarà sempre meglio

Oggi non ho tempo
Oggi voglio stare spento

Vivere
E sperare di star meglio
Vivere
E non essere mai contento
Vivere
Come stare sempre al vento
Vivere, come ridere

Vivere (vivere)
Anche se sei morto dentro
Vivere (vivere)
E devi essere sempre contento
Vivere (vivere)
È come un comandamento
Vivere o sopravvivere
Senza perdersi d’animo mai
E combattere e lottare contro tutto contro

Oggi non ho tempo
Oggi voglio stare spento

Vivere, vivere (vivere)
E sperare di star meglio
Vivere, vivere (vivere)
E non essere mai contento
Vivere, vivere (vivere)
E restare sempre al vento a
Vivere e sorridere dei guai
Proprio come non hai fatto mai
E pensare che domani sarà sempre meglio

***

Oggi è proprio una giornata NO, il dolore non accenna a diminuire, quando qualcuno la smetterà di affettarmi le mani con un coltello e di piantarmi chiodi nelle spalle, sarò un poco più contenta. La mia soglia del dolore è molto alta, ma ha comunque un limite e adesso lo sta seriamente mettendo alla prova. E’ a questo punto che il mio corpo va per suo conto e non segue più tanto la mia volontà, le lacrime scendono senza che io riesca a frenarle, comincio ad essere davvero arrabbiata, ed è comunque meglio l’arrabbiatura che la sopraffazione e la resa. Non voglio arrendermi, ma è difficile questa lotta, quasi impossibile spiegarla e farla capire all’esterno. Anche per questo, forse, non ne ho quasi mai parlato finora. Ho capito in questi giorni passati, però, che parlarne, invece, aiuta, che confrontarsi con chi soffre della stessa malattia fa sentire meno soli e isolati.

Quindi, da oggi comincio a scriverne, esco dal silenzio, adesso ascolto Vasco, canto con lui come una matta, se qualcuno mi sente dalla finestra penserà davvero che lo sono, ma per me anche questa è terapia, cantare a squarciagola piuttosto che lasciarmi sopraffare dal dolore e, mentre canto, mi ripeto che bisogna reagire ai problemi della vita, non bisogna lasciarsi andare anche quando sembra che il mondo ci crolli addosso … Ok, ci provo, ce la posso fare!

 

himna note      wpe823a40f      himna note

***

Annunci

Moliere prima di cena …   12 comments

*****

*****

Oggi sono senza ispirazione, vuoto assoluto, sono un po’ a terra, in parte perché non sto bene, in parte per il caldo che mi toglie anche i pensieri. Sto girando di qua e di là per i blog e per la rete, leggiucchio e faccio qualche commento …

Sto aspettando il dottore, vado in ansia perché mi sembra in ritardo e mi viene il pensiero che si sia dimenticato di me, ma non si è dimenticato, ho rotto le scatole alla segretaria due ore fa e mi ha detto che era ancora in ambulatorio e che sarebbe venuto più tardi.

Ma adesso è già più tardi! E quando viene, di notte?

Questo non è il mio dottore, il mio è in ferie, beato lui, questo è un giovincello, l’ho visto nascere, chissà se si rende conto che io vado in ansia quando sto male, che l’attesa mi stressa ulteriormente?

Sento perfino sintomi di malattie che non ho, mi sembra di essere Argante mentre preferirei essere perfino la perfida Belinda, piuttosto che il vecchiaccio … suona il campanello! Driiiin! E’ il dottore  … ragazzi, a più tardi …

Fatto! Se ne è andato, niente di grave, solo le mie solite problematiche che il caldo acutizza ben bene … dice che in questi giorni altre persone con i miei problemi lamentano la stessa cosa … fanno tutto facile questi mediconzoli, ma intanto mica stanno male loro … no, dai, tutto sommato è stato gentile, sono io che vedo tutto nero e che non ne posso più di vedermeli spesso intorno, odio i camici bianchi, le malattie e gli ospedali!

Aaaahhhh, che bello!, l’ho detto, a volte bisogna anche dirlo, gridarlo, buttare fuori la rabbia per sentirsi meglio!

Ragazzi, non preoccupatevi, dopo la pioggia verrà l’ispirazione … ma sì, adesso facciamoci un bell’aperitivo!

*****

               

*****

Pubblicato 7 luglio 2015 da mariannecraven in Diario

Taggato con , , , , ,