Archivio per l'etichetta ‘Angela Merkel

UNA DONNA PRIVA DI UMANITA’   2 comments

… e piena di cattiveria …

 

ANGELA MERKEL VERSO LE DIMISSIONI   Leave a comment

Il discorso di Alexis Tsipras al Parlamento Europeo   5 comments

Mai, in questi ultimi anni passati, tanti a dire il vero, mai un uomo politico ha avuto la capacità di emozionarmi come Alexis Tsipras. Vi ringrazio per aver riportato qui ogni suo discorso. Ribloggo con un piacere enorme.

Essere Sinistra

parliament

Dopo questo discorso di Alexis Tsipras, di oggi 8 luglio 2015, l’Europa non potrà mai più essere quella di prima.

O nascerà sotto nuove forme, oppure non esisterà più.

La redazione

_________________________________________

Onorevoli parlamentari,
è un onore per me parlare in questo vero e proprio tempio della democrazia europea. La ringrazio molto per l’invito, Presidente. Sono onorato di incontrare i rappresentanti eletti dei popoli d’Europa, in un momento critico sia per il mio paese- per la Grecia e per la zona euro- e pure per l’Unione europea nel suo insieme.
Mi trovo in mezzo a voi, a pochi giorni dal forte verdetto del popolo greco, seguito alla nostra decisione di consentirli di esprimere la sua volontà, a decidere direttamente, di adottare una posizione e prendere attivamente parte ai negoziati per quanto riguarda il futuro. A pochi giorni dal forte verdetto, abbiamo rafforzato i nostri sforzi per raggiungere una soluzione socialmente…

View original post 1.748 altre parole

“Renzi invece di scondinzolare alla Merkel, veda di imitare Tsipras”   8 comments

*****

*****

Grecia, Ferrero: «Se il governo italiano avesse portato a casa quanto ottenuto da Tsipras il reddito minimo si potrebbe fare domattina!»

di Paolo Ferrero
Martedì 23 Giugno 2015

Leggo da varie parti che Tsipras si sarebbe allineato alle posizioni dell’Unione Europea. In pratica Tsipras avrebbe ceduto e accettato di fare le stesse politiche dell’Italia, della Spagna o del Portogallo. Si tratta di una bufala. La riduzione dell’avanzo primario che Tsipras ha ottenuto rispetto a quanto imposto al precedente governo greco – del 2% nel 2015 e del 2,5% nel 2016 – è un grande risultato ed una secca vittoria contro le politiche di austerità. Se il governo italiano avesse contrattato una riduzione pari a quella greca avremmo 30 miliardi nel 2015 e 37 miliardi nel 2016 da spendere in più di quelli che abbiamo. Se Renzi avesse lottato e portato a casa quanto ottenuto da Tsipras, il reddito minimo per i disoccupati si potrebbe fare domattina e avanzerebbero anche una decina di miliardi all’anno per le pensioni. Renzi invece di scondinzolare alla Merkel, veda di imitare Tsipras e tagliare l’enorme avanzo primario italiano.

*****

                   

*****