Il dono d’Itaca è il viaggio che fu bello …   39 comments

***

*** 

Itaca

di Konstantinos Kavafis
traduzione di Guido Ceronetti

Se Itaca è la meta del tuo viaggio
formula voti sia una lunga via;
peripezie e scoperte la gremiscano.
Lestrìgoni , Ciclòpi, e di Poseidone
accessi d’ira escludili.
Renderli vani è in te se via facendo
col pensiero li domini, se carne e spirito
risucchi la vertigine.
Mai vedresti Lestrìgoni e Ciclòpi
se Psiche in te non li generasse,
né l’irascibile Poseidone ti sbatterebbe
se Psiche in te non lo drizzasse orrendo.

Vòglila lunga, la via.
E i mattini d’estate mai finiscano
in cui ti accolgano finora ignoti
porti che di dolcezze ti sfiniscano.
A ogni suk dei Fenici sosterai,
ci farai begli acquisti di coralli,
di madreperle, d’ebani, di ambre.
E di profumi che stordiscano pigliane
a sacchi, di più godrai.
Ma nelle città egizie tu errabondo
viandante agli eruditi
rivolgiti, e da loro impara,
impara senza fine.

Della tua mente avrai stella polare
Itaca – sempre. Là devi approdare,
termine ultimo tuo prescritto.
Il viaggio
fallo anni durare, ritorna vecchio
nella tua isola, gli accumulati
lungo la via tesori
li sbarcherai con te, perché da Itaca
ricchezze non puoi sperare.

Il dono d’Itaca è il viaggio che fu bello.
Senza di lei, per te, quale cammino?
E null’altro sarà il suo dare.

Pur così povera mai ti avrà deluso.
Ora tu sei di vita e di sapienza
talmente ricco! E certo non ti è ignoto
il senso che ogni Itaca tramanda.
***

viaje-a-c38dtaca
***

Kavafis ci induce al viaggio verso Itaca evocando, con splendore tutto mediterraneo, mattine d’estate, mercati fenici in cui si commerciano madreperle, corallo, ebano, ambra. Il riferimento mitologico è il famoso viaggio di Ulisse nell’Odissea. Itaca, l’isola di Ulisse, diventa, nella poesia, metafora della vita stessa in cui ciò che conta non è tanto la meta, ma il viaggio.
Il senso di Itaca, infatti, è quello di fungere da stimolo per il viaggio, più che da meta da raggiungere fine a se stessa. E’ la vita, concepita come viaggio verso una meta che si raggiungerà dopo lunghe peregrinazioni.
Il viaggio di Ulisse, dunque, come metafora della nostra vita, racconta una verità che fa quasi paura. Tutta la nostra vita è un viaggio! Quando ci prepariamo ad affrontarne l’ itinerario, in realtà ci accingiamo ad affrontare un percorso alla scoperta dei nostri pensieri, di noi stessi. Perciò non dobbiamo avere fretta di giungere a destinazione e alla nostra Itaca, ma dobbiamo semplicemente goderci il viaggio, e quindi la vita, per esplorare il mondo, crescere intellettualmente, cambiare e ampliare il nostro patrimonio di conoscenze. Un viaggio è sempre una raccolta di emozioni, di sensazioni inebrianti, vive, di colori, luci, odori, sapori, suoni! È giusto apprendere il più possibile durante il viaggio, vivere esperienze, tenendo sempre presente il sentimento forte e deciso che ci porterà a destinazione.
“Itaca” è un viaggio nel quale non è importante se la meta è poi deludente, è proprio grazie ad Itaca che ci siamo messi in viaggio, e la destinazione sarà la causa di tante belle esperienze vissute lungo il cammino.
Ogni giorno in cui, prima di addormentarci, ci renderemo conto di aver appreso qualcosa di nuovo, potremo essere consapevoli di essere cresciuti, di essere diventati più esperti e più saggi, e quando giungeremo alla fine del nostro percorso, saremo soddisfatti per l’aver viaggiato, ovvero per l’aver vissuto, anche se la nostra meta non ci sembrerà più così ricca come l’avevamo immaginata! A quel punto, infatti, avremo già maturato in noi questa consapevolezza, non ci importerà che Itaca sia ricca o povera, perché saremo noi ad esserci arricchiti. E, in fondo, cosa è più bello? Il luogo in cui arriveremo o quello che ci accadrà durante il viaggio che stiamo compiendo?
Ci sono cose che il tempo non restituisce. E lo fa per insegnarci quanto siano preziose le nostre scelte, le azioni che compiamo ogni giorno.
Ognuno di noi deve coltivare un sogno, uno scopo, una meta nella propria vita, sapendo che non importa come e quando raggiungeremo la nostra destinazione, perché ciò che conta è come affronteremo il viaggio per raggiungerla.
Ciò che conta davvero è vivere e “come” si vive.

   1_sunburst
 ***

Annunci

39 risposte a “Il dono d’Itaca è il viaggio che fu bello …

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Che bello! Itaca, il senso del vivere. Fatti non foste a viver come bruti … Buonasera, spero che tu stia bene.

    Piace a 2 people

  2. Ti penso sempre Mari❤ bellissimo ciò che hai scritto🌻 un bacione enoorme

    Piace a 1 persona

  3. Vedi?
    Solo te puoi scrivere della bellezza del viaggio, anche se il tuo bagaglio è ingombrante e viaggiare, è difficile.
    Tu hai tenacia.
    Stringi i denti.
    Riparti tutti i giorni, o quasi, anche se tutto ti è contro.
    Perché tu possiedi coraggio e speranza. Ti fermi. Sosti.
    In apnea , per il dolore.
    Ma prosegui.
    Perché hai capito una cosa fondamentale. Che ogni mattina, accade qualcosa di unico: il risveglio della Vita.
    Ti abbraccio forte e ti traccio una croce sula fronte. Dio ti protegga e ti benedica.
    ❤️

    Piace a 1 persona

    • Mi fai commuovere, Dina, le tue parole sono così belle che non penso neanche di meritarmele. Mi toccano profondamente, mi fanno sentire circondata di affetto, mi fanno bene al cuore. Non so se sono tenace e coraggiosa, i denti li stringo, sì, ma per il dolore! Vado avanti, ma non so se è solo perché non ho il coraggio di fermarmi, di concludere qui … o perché ho la speranza di stare meglio … anche se credo che sia la speranza, perché sento che c’è, nell’angolino più nascosto dei miei brutti pensieri, lei sbuca e mi fa l’occhiolino, anzi, forse è proprio l’unica cosa di cui sono certa, vive e la ritrovo ogni giorno, anche contro la mia stessa volontà. Grazie, cara, quella croce che mi hai tracciato in fronte mi sarà accanto nei miei passi, la richiesta che hai fatto a Dio per me è il dono più prezioso che io potessi ricevere in questo stato di grande fragilità. Mi unisco alla tua preghiera, per te, per la tua famiglia, un po’ anche per me. Ti abbraccio anch’io, pian pianino, ma con la forza del cuore. ❤ ❤ ❤

      Piace a 1 persona

      • I tuoi pensieri, sono legittimi.
        Sì, mia cara Marianne.
        Lo sono…eccome.
        Impossibile non pensarci quando il dolore è devastante e s’impadronisce del tuo essere.
        Ti imprigiona.
        Diventa il tuo carceriere.
        Hai un’arma contro il maligno, però!
        La speranza.
        Più diventa difficile e più Dio ti dona forza.
        Prendo il tuo abbraccio.
        È un grande dono, per me.
        Lo scarto subito. Come una bambina.
        Stringiamoci piano.
        Restiamo così.
        I nostri angeli custodi, faranno il resto…
        ❤️❤️❤️

        Piace a 1 persona

  4. È proprio il senso della vita!
    Che aggiungere al tuo commento? Guardare troppo al passato ci fa pensare a quello che abbiamo perso, focalizzarci sul futuro ci riempie di ansia, meglio concentrarsi sul presente e cercare di riempirlo di conoscenze, conoscenza e fare scorta di felicità.

    Piace a 1 persona

    • Che bello il tuo commento, Tizzy, grazie. Hai centrato il punto, in questo viaggio che è la vita non tutto può filare liscio come l’olio, ci sono anche avvenimenti che ci possono far stare male, ma se impariamo a cogliere il lato positivo anche dalle esperienze negative, possiamo approfondire le nostre conoscenze, godere di momenti di felicità, crescere con equilibrio, maturare, senza perdere di vista il traguardo, ma anche senza ansia e più serenità nel raggiungerlo. Insomma, prendiamocela con calma! 😀 ❤ 😀

      Piace a 1 persona

  5. oh mia Itaca riuscirò mai a raggiungerti 😀 ❤ :G

    Piace a 1 persona

  6. Una poesia molto profonda… vivere! Si, vivere per qualcosa, con lo stupore che dona ogni nuova scoperta. ogni nuovo giorno. E se la corrente ci porta lontani dalla meta… non sia una delusione, avremo comunque viaggiato!

    Piace a 1 persona

    • Esatto! La cosa importante è vivere e come si vive, l’ho scritto. Assaporare le esperienze, le nuove scoperte, imparare nuove cose, vivere partecipando, non lasciare che la vita ci scorra addosso, altrimenti tutto è piatto e inutile. Ciao, Giorgio, grazie per il tuo commento, buona serata. 😀

      Piace a 1 persona

  7. Non potrei essere più d’accordo!
    Buona giornata. E buona vita 🙂

    Piace a 1 persona

  8. condivido in pieno le tue stimolanti considerazioni. Il viaggio è la bellezza, più dell’arrivo.
    e dobbiamo imparare a viaggiare leggeri e avventurosi, solo così possiamo trasformare un percorso scontato in una nuova curiosità.
    ml

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: