Il “pizzo” sul corpo delle donne   2 comments

Io c’ero, ed ero appena maggiorenne, io ero in piazza a gridare contro i cucchiai d’oro! A fare ”cordone” ai cortei, con i celerini che ti dicevano in faccia “puttana”. Come te sono una di quelle che per la 194 ha combattuto nelle assemblee, in piazza, con i compagni di allora, insieme a tante altre. La 194 prevedeva la prevenzione e non è quasi mai stata fatta, una legge completamente disattesa. E la chiedevamo proprio per non abortire, ma volevamo l’aborto legale e sicuro per tutte, per non morire in mano alle mammane. Per questo, anche se con un po’ di ritardo, ribloggo il tuo articolo, perché esprime totalmente il mio sentire. Solo enormi problemi di salute mi impediscono di essere in piazza con te, le mie gambe non mi ascoltano e non corrono più, ma il mio pensiero, il mio cuore sono ancora lì ad affermare che nessuno può gestire il mio corpo!

Essere Sinistra

aafemministe-650x274

di Emanuela RISARI

Parlo per me, perché mi sono abituata ad usare qualche volta un “noi” solo dopo molto e molto confronto, scontro, amore.

Sono una di quelle che per la 194 ha combattuto davvero: nelle assemblee, in piazza, con i compagni di allora. Come molte altre.
Chiedevamo di non abortire con le pompe da bicicletta o col prezzemolo o in Inghilterra.
Chiedevamo consultori per non abortire e aborto legale e sicuro per tutte.

Alzavamo le mani nel segno della fica perché il corpo era (è) nostro e lo volevamo tutelato, se non amato.
Le alzammo anche davanti alla responsabile “delle donne” del PCI (mi pare fosse Adriana Seroni) quando nella legge passò che per le minorenni ci voleva il consenso dei genitori.
Perché io e molte altre e le più esposte eravamo minorenni.

View original post 337 altre parole

2 risposte a “Il “pizzo” sul corpo delle donne

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Marianne cara, nessuno può gestire il mio corpo e me stessa nella mia totalità.
    Mi dispiace tanto per le tue gambe, cara.
    Tu voli con il tuo cuore, con il tuo pensiero. ❤
    Questo conta davvero.
    Ti abbraccio
    gb

    Piace a 1 persona

    • Ossì, certo, nella totalità, ma a quei tempi c’era uno slogan che diceva “il corpo è mio e lo gestisco io” … grazie per il tuo pensiero, le mie gambe fanno degli scherzi, a volte mi ascoltano e a volte no, sono un po’ pazze come me … ma io non mi fermo mai … Buonanotte, un sorriso per te! 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: