Archivio per 25 giugno 2015

“L’edificando muro magiaro voluto dal fascistoide Orban”   Leave a comment

*****

Moni Ovadia
*****

Il valore dei muri

di Moni Ovadia
Venerdì 19 Giugno 2015

Lo scan­dalo e l’esecrazione pro­vo­cati dal cele­ber­rimo muro di Ber­lino non hanno più avuto rea­zioni con­si­mili in quelle pro­vo­cate da altri muri che stanno sor­gendo da molte parti in Europa e nel mondo. Nes­sun Pre­si­dente degli Stati Uniti suscita la com­mo­zione dei sedi­centi demo­cra­tici con le sue frasi lapi­da­rie come fu quella pro­nun­ciata da John Fitz­ge­rald Ken­nedy in rife­ri­mento al quel muro della Guerra Fredda: «Ich bin ein Ber­li­ner». Repli­cherà Obama un exploit del genere pro­nun­ciando un vibrante: «I am an ille­gal immi­grant» o «I am a gipsy» davanti all’edificando muro magiaro voluto dal fascistoide Orban? C’è da dubi­tarne visto che sul con­fine fra Mes­sico e Usa c’è una bar­riera il cui scopo è quello di arre­stare l’immigrazione illegale.

L’Europa Comu­ni­ta­ria, con ogni pro­ba­bi­lità, non farà nulla nei con­fronti dell’Ungheria dato che fino ad ora non ha fatto gran­ché per con­tra­stare i prov­ve­di­menti liber­ti­cidi e anti­de­mo­cra­tici del suo governo. Alla comu­nità Euro­pea non importa niente della libertà e men che meno della demo­cra­zia, quella vera si intende e non la mise­ra­bile scorza a cui quell’idea è stata ridotta. Quanto ai diritti, si tratta solo di chiac­chiere o di qual­che richiamo poco o per nulla impegnativo.

Que­sta cari­ca­tura buro­cra­tica di pseudo asso­cia­zione sovra­na­zio­nale mone­ta­ria ha get­tato alle orti­che la cul­tura e l’ideale anti­fa­sci­sta da cui è nata con grandi annunci e grandi spe­ranze e pre­fe­ri­sce pro­ster­narsi davanti alla pre­po­tenza dei poten­tati eco­no­mico finanziari.

La Ue tol­lera con non­cha­lance i revan­sci­smi fasci­sti, gli xeno­fobi e i raz­zi­sti, ma si acca­ni­sce con cinico piglio ideo­lo­gico con­tro l’unico governo di sini­stra del vec­chio con­ti­nente, quello della Gre­cia, per­ché si rifiuta di mas­sa­crare i ceti deboli.

Que­sta Europa non è molto dis­si­mile da quella che assi­stette alla nascita del Nazi­smo, non ha impa­rato niente dalla lezione a parte la reto­rica del Giorno della Memo­ria. I lea­der euro­pei sono sot­to­messi all’ossessione di esten­dere la Nato per ricreare la Guerra Fredda con­na­tu­rata al volere ege­mo­nico degli Usa, il cui mal­ce­lato sogno è sem­pre stato quello di dis­se­mi­nare la fron­tiera con la Rus­sia di instal­la­zioni mili­tari per pun­tare i mis­sili fra le nati­che di Putin, il quale  sarà anche un ese­cra­bile auto­crate, ma ha le sue ragioni, come non smet­tono di ricor­dare anche i “migliori” ana­li­sti sta­tu­ni­tensi quali Henry Kissinger.

Ma l’Europa — e nella fat­ti­spe­cie la Mit­te­leu­ropa a stelle e stri­sce — pre­fe­ri­sce di gran lunga con­vi­vere con le ragioni di fasci­sti xeno­fobi e revan­sci­sti che pre­ci­pi­tano l’odio verso immi­grati e rom per fomen­tare l’infame guerra fra poveri, instru­men­tum regni il cui scopo è quello di per­pe­tuare poli­ti­che regres­sive nei con­fronti dell’uguaglianza e della pari dignità sociale di tutti gli uomini.

Per quanto ci riguarda, la lezione più urgente da trarre dalla dis­se­mi­na­zione di que­sti nuovi muri, è che l’antifascismo non è un vec­chio arnese da sof­fitta della Sto­ria, ma un ideale vivo e pul­sante sino­nimo di civiltà della democrazia.

E’ ora di ripren­dere il cam­mino della Resi­stenza per com­pierne il lascito.

fonte: L’Altra Europa con Tsipras
*****

Ho sempre avuto stima e ammirazione per Moni Ovadia. Ho avuto il piacere e l’onore di conoscerlo, uomo di straordinaria intelligenza, cultura e umanità. I suoi spettacoli mi hanno sempre entusiasmato, grande attore, grande musicista, un artista a tutto tondo, che ha saputo esprimere anche attraverso lo spettacolo i suoi grandi valori di vita. Condivido pienamente questo articolo, frutto del suo impegno politico e sociale. Grazie Salomone.

*****

      

*****

“Renzi invece di scondinzolare alla Merkel, veda di imitare Tsipras”   8 comments

*****

*****

Grecia, Ferrero: «Se il governo italiano avesse portato a casa quanto ottenuto da Tsipras il reddito minimo si potrebbe fare domattina!»

di Paolo Ferrero
Martedì 23 Giugno 2015

Leggo da varie parti che Tsipras si sarebbe allineato alle posizioni dell’Unione Europea. In pratica Tsipras avrebbe ceduto e accettato di fare le stesse politiche dell’Italia, della Spagna o del Portogallo. Si tratta di una bufala. La riduzione dell’avanzo primario che Tsipras ha ottenuto rispetto a quanto imposto al precedente governo greco – del 2% nel 2015 e del 2,5% nel 2016 – è un grande risultato ed una secca vittoria contro le politiche di austerità. Se il governo italiano avesse contrattato una riduzione pari a quella greca avremmo 30 miliardi nel 2015 e 37 miliardi nel 2016 da spendere in più di quelli che abbiamo. Se Renzi avesse lottato e portato a casa quanto ottenuto da Tsipras, il reddito minimo per i disoccupati si potrebbe fare domattina e avanzerebbero anche una decina di miliardi all’anno per le pensioni. Renzi invece di scondinzolare alla Merkel, veda di imitare Tsipras e tagliare l’enorme avanzo primario italiano.

*****

                   

*****

Ok, Vicki, proviamo a partecipare … rispondo!   6 comments

*****

*****

My Sweet Nails, il gioco dei Tag

Vicki di https://tramineraromatico.wordpress.com/ mi ha invitato a partecipare a questo gioco relativo al TAG ideato da BEA del blog  https://unghiesmaltate98.wordpress.com.

Un tag divertente, grazie viki, ero già preoccupata per la mia schizofrenia, visto il mio grande amore per le mie gatte … scherzo, naturalmente, ma meglio giocare …

Sono impressionata dalle unghie di questa immagine inserita da Vicki,

*****

*****

non porterei mai unghie così complesse, sono per le cose più semplici. Così ne ho inserita una più classica, che rispecchia di più il mio gusto …

Ho belle mani, scusate la presunzione, ma lo dicono tutti, dita lunghe e affusolate, e non sempre metto lo smalto, me lo posso permettere. Mi piace portarlo, però, e se ho tempo mi faccio da sola delle manicure complete e accurate. Niente di stravagante, comunque, colori solari e caldi. Mai rosso vivo, però, semmai tendente al bordeaux o anche più scuro, oppure decisamente più chiaro come il rosa, o semplicemente un french trasparente, mai nero o blù, giallo, verde … Sì, vabbè, sono limitata, lo so, ma sono fatta così, prendere o lasciare!

Ora, le regole previste dal TAG sono le seguenti:

1) Ringraziare il blog che ti ha taggato: fatto in apertura!
2) Inserire il logo del Tag:

*****

*****

3) Citare il blog che lo ha inventato, eccolo:  https://unghiesmaltate98.wordpress.com
4) Rispondere a 10 domande del Tag My Sweet Nails

Queste:

1) Ti sei mai mangiata le unghie?  No, mi farebbe proprio schifo.

2) Solitamente hai le unghie lunghe o corte? Corte il giusto! Non ho bisogno di farle crescere tanto, sono già di forma allungata.

3) Che colore hai in questo momento sulle unghie delle mani? Rosso bordeaux.

4) Abbini il colore dello smalto su mani e piedi? Sempre, come le borse alle scarpe.

5) Dopo lo smalto colorato o una nail art applichi sempre il top coat? Sì.

6) Che differenza c’è, secondo te, tra una base coat e uno smalto trasparente? Il base coat protegge l’unghia da eventuali agenti nocivi degli smalti, ammesso che gli stessi agenti non siano presenti anche nella base …

7) Se dovessi portare con te per un viaggio di un mese solo due smalti, quali sceglieresti? Rosso bordeaux e Rosa.

8) Quanti smalti hai? Tantissimi, anche se non li uso tutti, ma, come Vicki, adoro i colori, anche se ne uso pochi.

9) Quale prodotto per la nail care routine ritieni indispensabile? Forbicina e limetta.

10) Qual è la tecnica di nail art (micropittura, sponge, marble ecc.) che preferisci? Micropittura.

Ora le nominations, ed è il punto dolente. Sono qui da poco, conosco solo qualche utente, e devo scegliere donne, quindi sceglierò tra chi conosco e tra chi mi segue, sperando di non dispiacere nessuno …

Eccole:

https://giorgiapenzo.wordpress.com/
https://seidicente.wordpress.com/
https://annegrayharvey.wordpress.com/
https://ormedanima.wordpress.com/
http://violetadyliopinionistapercaso.wordpress.com/

Spero che sia un divertimento per tutte, un bacione e una rosa …

Marianne

             

*****

Pubblicato 25 giugno 2015 da mariannecraven in Giochi e Passatempi

Taggato con , , , ,

Sarà proprio vero?   7 comments

*****

*****

Recenti studi correlano il possesso di un gatto alla schizofrenia

Gli scienziati hanno recentemente scoperto una forte correlazione tra il possesso di uno, o più gatti ed il disagio schizofrenico che, secondo questi studi, sarebbe provocato da un parassita.

In uno studio pubblicato recentemente sul giornale “Schizophrenia Research” gli esperti hanno rilevato che nelle famiglie che possiedono un gatto c’è una maggiore probabilità che la malattia schizofrenica colpisca uno dei figli negli anni dello sviluppo.

Analizzando un vecchio questionario compilato nel 1982 da più di 2000 nuclei familiari che in comune avevano un malato di mente in casa, non sempre necessariamente ‘schizofrenico’, ebbene gli studiosi hanno estrapolato un dato incredibilmente significativo: ben il 50% di questi malati possedeva un gatto o aveva posseduto un gatto durante la propria infanzia.

I risultati di questo studio, tra l’altro, sono stati molto simili ad un altro test effettuato negli anni 90.

La schizofrenia è una malattia che si sviluppa su tempi molto lunghi i cui sintomi possono essere allucinazioni e cambiamenti di umore e comportamentali repentini.

Gli scienziati spiegano anche che secondo loro il colpevole di ciò potrebbe essere il Toxoplasma gondii, un parassita unicellulare presente nel corpo di alcuni gatti.

Fuller Torrey, un ricercatore dello Stanley Medical Research Institute che ha preso parte allo studio, dice all’Huffington Post: “Il Toxoplasma gondii si insinua nel cervello e crea delle micro cisti. Noi pensiamo che queste micro cisti si attivino durante l’adolescenza e causino i disturbi tipici della malattia mentale, probabilmente dovuta a non meglio identificati malfunzionamenti dei neurotrasmettitori.

Fonte: indipendent.co.uk
13 Giugno 2015
        
*****